Edito

«La somiglianza non esiste in sé e per sé :
essa altro non è se non un caso particolare della diversità, quello in cui la diversità tende verso zero»
Claude Lévi-Strauss

Il mondo nel quale viviamo è il risultato dell’incontro di uomini e donne di culture che fanno parte di società in continua evoluzione, migranti, plurali e meticce. La scienza, la rivoluzione numerica, e la mondializzazione contribuiscono ad accelerare questi incontri.

Ne risultano talvolta dei conflitti e delle tensioni sulle quali dobbiamo interrogarci così come quello che riguarda lo spazio che diamo alla diversità. Queste due nozioni sono dei corollari della città moderna.

Impiantata nel cuore del quartiere Saint-Michel a Bordeaux, considerato come la culla dell’immigrazione, l’Associazione si propone naturalmente di creare spazi di scambi, di dialogo e di azioni che permettono di eliminare i pregiudizi.

Non difendiamo invece una posizione universalista astratta che impedirebbe le riflessioni sulla diversità, ma siamo favorevoli ad una riflessione sulle nostre difficoltà a fare e pensare con gli altri, per meglio trasformarle in spazi creativi ed in progetti innovativi nei quali ognuno può esprimersi ed esistere.

Elisabeth Silva, Presidente dell’Associazione Odyssée